L’ALGARVE vince una partita non facile contro Lokomotiv squadra piuttosto atletica e coriacea.

Il primo quarto è di “studio” tra le due compagini che optano entrambe per la difesa individuale, Lokomotiv a fine quarto si porta a + 5 ma i biancorossi in 90 secondi pareggiano prima con un canestro da tre punti e poi con un tiro dal perimetro dopo una transizione con palla recuperata dalla difesa.
Il secondo quarto vede l’ALGARVE alzare l’attenzione difensiva che permette ai biancorossi di recuperare palloni preziosi che vengono giocati in transizione o con attacco manovrato, tutto ciò consente all’ALGARVE di andare al riposo lungo sopra di un punto.
Dopo la pausa lunga Lokomotiv difende a zona 2-3 e l’ALGARVE non riesce ad attaccare con ordine perdendo qualche pallone di troppo e non trovando più soluzioni fluide in attacco, tutto ciò permette a Lokomotiv di vincere il quarto e di impattare il punteggio alla terza sirena.
Tutto cambia nell’ultimo quarto dove l’ALGARVE segna tre canestri consecutivi dai 6,75 e si porta in un amen a +9 , Lokomotiv tenta di reagire ma la difesa dell’ALGARVE chiude tutti gli spazi utilizzando la transizione che vede i giocatori biancorossi concludere anche in solitaria.
I padroni di casa giocano bene in attacco e più di una volta hanno il pallone in extra possesso dopo soluzioni errate segno questo di un atteggiamento mentale molto gradito dal coach.

L’ALGARVE orami è in controllo totale della gara che si chiude con i biancorossi spesso in lunetta grazie ai falli subiti in bonus.
La grande differenza l’ha fatta la difesa dell’ALGARVE che ha giocato con intensità tutta la gara.

ALGARVE 66
Lokomotiv 57
parziali : 16-16, 17-16 (33-32), 11-12 (44-44), 22-13 (66-57)

ALGARVE : Porto 3, Germanelli 7, Speranza 8. Fontana 4, Cartocci, Andreini 2, Fabrizi 10, Turco D. 7, Sgarra 8, De Benedetti 5, Faricelli 2, Mattei 10. All.re Palombo

Lokomotiv : Mancini 11, Lome 4, Wu , Silvi 4, De Martino 20, Di Biasi 5, Sibayan, Ospina, ergai 3, Ndiaye 6, Dumag 4. All.re Bassile